I Segreti per una Landing page che converte

Landing Page

Mi sono arrivate e continuano ad arrivarmi numerosi email, numerosi messaggi in cui mi vengono chiesti consigli su alcune specifiche  per migliorare il tasso di conversione della Landing page per cui ho deciso di scrivere questo articolo con alcuni suggerimenti pratici che possano aiutarti a migliorare quella che è lo scopo l'obiettivo primario delle tue Landing page innanzitutto per chi non ha dimestichezza e familiarità con il concetto partiamo da che cosa è una Landing page.

Una Landing page è una pagina dove il traffico viene inviato per ottenere un certo risultato o per far si che l’utente compia una determinata azione ben chiara e ben specifica.

Facciamo questo esempio:

Immagina un campo di calcio e immagina che la tua Landing page sia l’area di porta , la palla invece è il tuo traffico.

L'obiettivo è far arrivare il traffico all’aria di porta , quindi alla Landing page, ma non si esaurisce tutto li … l'obiettivo principale è che la palla faccia Goal , quindi che l’utente compia lo scopo per cui la Landing page è stata creata; puo essere un acquisto, un’iscrizione, una registrazione ecc.

Alcuni esempi di Landing page posso essere per esempio una Landing page dove, lo scopo è l’acquisto oppure,  cliccare su un banner pubblicitario ecc.

Ma ora vediamo alcuni consigli pratici di come creare una Landing page che converte:

  1. Conoscere la tua audience, questo è un elemento a cui non si puo sfuggire, purtruppo viene ignorato, sottovalutato. Quindi ascolta il tuo target. Se hai una lista puoi ascoltare loro con delle email, dei messaggi; invece al contrario puo usare i blog gia esistenti, i forum e cercare di capire il problema del tuo target.
  2. La struttura di una Landing page deve essenzialmente avere tre elementi:
  • Semplice
  • Chiara
  • Dritta al punto.

Vediamo questi punti uno ad uno, partiamo dall’elemento della chiarezza

La Landing page deve essere chiara in quanto deve riportare esattamente quello che il tuo utente ideale sta cercando, evita qualsiasi distrazione che rende la tua pagina di difficile comprensione. Elimina tutti gli aspetti estetici, non ci interessa essere fighi, ci interessa convertire il maggior traffico in contatti acquisiti.

Rendi la tua pagine semplice, concettualmente parlando, esprimi solo un concetto rappresentando la richiesta più desiderata dei tuoi lettori. Ricorda che hai meno di 10 secondi a disposizione affinché l’utente decida di agire. Quindi evita di inserire troppi inviti all’azione, troppe call to action.

La tua Landing page deve andare dritta al punto , deve essere focalizzata, questo terzo elemento richiama tutti gli altri infatti sono tre elementi che vanno a braccetto.

Quindi tutto deve essere focalizzato sulla risposta che il tuo target sta cercando.

Non inserire testi che non hanno nulla a che vedere con l’azione che vuoi che i tuoi utenti intraprendono; spiega a parole quello che vuoi che l’utente faccia sulla pagina. Non aspettarti che l’utente abbia voglia e tempo di capire cosa fare nella tua pagina, scrivilo, spiegalo .

  1.  Un’altro elemento importante è il linguaggio da utilizzare, conoscere le proprie keyword. Non preoccuparti non è niente di così difficile , non to parlando di parole chiave legate al seo, sto parlando di usare una terminologia che  rivolgendosi al nostro utente dobbiamo instaurare una relazione.

Non pensare che nel lavoro online non esistano delle relazioni , ma al contrario esistono relazioni legate al linguaggio che il proprio target usa costantemente. Puoi utilizzare uno strumento gratuito, Google Keyword Planner , per ricercare le parole che il tuo target di riferimenti usa abitualmente.

Non partire dal presupposto di sapere quello che gli utenti cercano, vogliono o come lo cercano.

Parti dal presupposto di non conoscere nulla.

Questo è il modo migliore per costruire una base solida per la realizzazione della tua Landing page.

A questo proposito voglio aggiungere che il percorso attraverso cui la Landing page nasce e in qualche modo anche un’idea di business , non è quello di creare qualcosa e poi cercare qualcuno che sia realmente interessato a quello che vendi, ma il contrario. Devi prima cercare quello che le persone vogliono e solo dopo un’accurata ricerca crei il tuo prodotto.

Qualche altro suggerimento pratico che può aiutarti ad aumentare il tasso di conversione della tua landing page.

Non ci crederai , ma solo il 10% del tuo traffico scorre verso il basso della tua pagina, quindi tutti gli elementi fondamentali, tra cui Headline, Form di registrazione e Sub Headline devono essere poste in alto della pagina prima che sia necessario scorrere verso il basso. Questo è veramente un elemento importante per aumentare il tasso di conversione.

Usa l’elenco puntato , specie quando si elencano i benefici che il tuo prodotto o servizio offre.

Un Altro elemento importante è la  foto, un’immagine di quello che andrai a recapitare all’indirizzo email del tuo potenziale cliente. Questo offre una sensazione di maggior sicurezza al tuo utente.

Per finire, la ciliegina sulla torta potrebbe essere rappresentata dalla call to action.

Iniziamo con il dire cosa non è:

non è una domanda

non è un invito, ma è un imperativo, “iscriviti” perché riceverai il tuo e-book, il tuo video corso ecc.

Spero che questo articolo ti sia stato utile, condividilo più che puoi con i tuoi amici su facebook e twitter e come sempre se hai consigli o dubbi scrivimi sarò ben lieto di risponderti!


Massimiliano Paolucci
Massimiliano Paolucci

Sono Massimiliano Paolucci, imprenditore e consulente di marketing e finanza straordinaria. Autore di " IL TUO SUCCESSO SU FACEBOOK" , " STRATEGIA DI WEB-MARKETING" .Ho aiutato centinaia di imprenditori a lanciare il proprio business in Rete, ho contribuito a risollevare importanti aziende italiane ed internazionali.

Lascia i tuoi commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.